Peter Brook, il più famoso dei registi dice: un pubblico di ragazzi è il migliore dei critici. I bambini non hanno preconcetti, si interessano immediatamente o altrettanto istantaneamente si annoiano. O seguono gli attori, o diventano insofferenti.

Non credete che questo sia il migliore dei teatri possibili? un teatro dove il patto tra attore e pubblico è sincero, autentico, vero e dove tutti insieme, spettatori (piccoli e grandi) e artisti, desiderano costruire una straordinaria palestra dell’ascolto e del “guardare insieme”.

Coltivare l'immaginazione.

Cosa ci sarà in programma quest’anno? sicuramente le storie più amate, nuove o rielaborate per la scena da autentici artigiani del palcoscenico in una sorprendente commistione di linguaggi. Il teatro è una grande babele: narrazione, musica, danza, circo, opera, tutto compone il grande sogno dello spettacolo dal vivo!

Drammaturgie e tematiche sempre nuove, perché i ragazzi cambiano velocemente sotto i nostri occhi e il compito è quello di intercettarne gli umori, le paure, le emozioni.

Il Teatro del Giglio a Lucca è la casa del Teatro Ragazzi da oltre quarant’anni.

Vi ricordate? si, proprio voi che adesso interpretate il ruolo degli adulti. Vi ricordate quando vi siete lasciati sorprendere dalla meraviglia? Il velluto rosso delle poltrone, il gigantesco lampadario al centro del soffitto, quell’urlo misto di paura ed eccitazione nel momento in cui la sala diventa improvvisamente buia.

Ecco, queste cose qui, anche se sono passati tanti anni, non cambiano mai.

E adesso fate urlo insieme a noi!

Per anni generazioni di ragazzi si sono emozionati con gli spettacoli e con gli artisti presenti nel nostro cartellone: ogni anno le migliori compagnie a livello nazionale, i più importanti professionisti del settore in un cartellone di qualità dedicato alle scuole e alle famiglie, sempre costantemente in un dialogo il resto della programmazione del Teatro del Giglio.

Una nuova stagione teatrale dedicata ai ragazzi presto potrà ripartire. E l’apertura del sipario anche stavolta sarà accompagnato da un grande urlo. Un urlo pieno di gioia.