Rūtsu

Valentina Ciardelli contrabbasso
Anna Astesano arpa

Fantasie, creazioni originali, rielaborazioni di brani pucciniani

Haru no Umi M. Miyagi/ arr. V. S. Ciardelli
(the sea in spring)

Trois Poèmes de Stéphane Mallarmé | M. Ravel/ arr. V. S. Ciardelli
I Soupir: Mon âme vers ton front où rêve to Igor Stravinsky
II Placet futile: Princesse! à jalouser le destin to Florent Schmitt
III Surgi de la croupe et du bond to Erik Satie


Elegy | Y. Hirano 

XII Chanson | C. Saint- Saëns/ arr. V. S. Ciardelli
Sur l'eau claire et sans ride

Igor II   for solo double bass, After Igor  for solo harp  | V. S. Ciardelli

Randori Suite | V. S. Ciardelli
I - I boccioli nel quadro
II - lo specchio nell' acqua (da Matsuo Basho)
III - Takiyasha the witch and the Skeletron Spectre

Ukigumo | S. Teani

Butterfly Effect | . S. Ciardelli / G. Puccini
Le melodie giapponesi attraversano le mura di Lucca

Ruutsu (ルーツ, in alfabeto giapponese katakana) significa "radici" ed esplora il fascino reciproco tra le arti e la cultura giapponese e quella occidentale; un riavvio del fascino dell'arte e del design giapponese che prende forma con le nuove sonorità del duo arpa e contrabbasso. L'idea per questa registrazione  è nata dall' Elegia che Yoshihisa Hirano (compositore e orchestratore di colonne sonore di alcuni dei più famosi videogiochi e anime, come Final Fantasy e Death Note) ha composto per il  duo The Girls in The Magnesium Dress.  Per valorizzare la componente visiva di questo viaggio sinestetico, la copertina dell' album raffigura i volti dipinti per metà delle due musiciste come maschere tradizionali, mostrando le  radici occidentali che guardano con rispetto e ammirazione alla cultura e alle arti giapponesi. La copertina è un omaggio al teatro Kabuki, l'antica arte femminile che in seguito si sviluppò nella sua attuale forma  teatrale maschile dopo che alle donne fu vietato di esibirsi nel Kabuki nel 1629.  

Tra i compositori omaggiati ci sono Maurice Ravel, Camille Saint-Saëns e Giacomo Puccini, che hanno sfruttato l'ondata di japonismo della fine del XIX secolo, catturando l'essenza più profonda e trasmettendo  un repertorio meravigliosamente malleabile da trascrivere e plasmare. Il compositore Stefano Teani ed Valentina Ciardelli hanno rivisitato il japonisme moderno attraverso impressioni sinestetiche di arti marziali, dipinti e poesie dalle tradizioni più rurali nipponiche fino alla moderna cultura degli anime e dei manga. Michio Miyagi e Yoshihisa Hirano, che hanno entrambi studiato nei paesi occidentali, hanno interpretato magistralmente le arti e la cultura musicale giapponesi rispettivamente a cavallo del XIX e XX secolo. 

Mettendo la musica al primo posto,il duo va oltre i limiti tecnici illusori degli strumenti ed come diceva Frank Zappa, 'Senza deviare dalla norma, il progresso non è possibile.'  

Ruutsu è sponsorizzato da Carne Trust e Salvi Harps. 

evento realizzato in collaborazione con Animando– Centro di promozione musicale