DanzaStagione 2017/2018

#Hashtag

Pockemon Crew

direzione artistica Riyad Fghani

coreografia di Riyad Fghani

interpreti Rachid Hamchaoui, Karl Asokan, Gouicem Mabrouk, Alex Thuy, Etienne Lebigre, Karim Beddaoudia, Gael Bafinal, Mehdi Meziane, Livio Bordeau

creazione scene e luci Arnaud Carlet
costumi Nadine Chabannier
creazione musicale Flavien Taulelle

produzione Association Qui fait ça? Kiffer ça! in co-produzione con Ville de Lyon, Région Rhône-Alpes, Ministère de la Culture et de la Communication -DRAC Rhône Alpes, Organisation Internationale de la Francophonie

distribuzione International Music & Arts

domenica 11 marzo 2018 ore 21.00
Teatro del Giglio

«Se non tagghi, non esisti!»: la compagnia Pockemon Crew, fra le più titolate al mondo nel panorama dell’hip hop, arriva al Teatro del Giglio lanciando questa provocazione. L’allusione è naturalmente ai social network, che hanno ormai un posto tanto debordante nella vita di ognuno e che ispirano al gruppo alcune interessanti riflessioni, tradotte poi in danza.

Pockemon Crew è un gruppo di danzatori guidato da Riyad Fhgani: si è formato alla fine degli anni Novanta sul piazzale davanti all’Opera di Lione, e da allora, da quell’inizio “street”, ha sempre continuato la sua ascesa. La compagnia si è infatti imposta nei maggiori contest internazionali e si esibisce in tutto il mondo riscuotendo ovunque un successo travolgente. Al Teatro del Giglio presentano il loro ultimo lavoro, “#Hashtag” in cui indagano su due argomenti che trovano molto appassionanti: l’uno legato all’universo dei “social”, l’altro relativo alla danza.

Per quanto attiene al ballo, “#Hashtag” contiene uno studio sull’origine di certi movimenti dell’hip-hop. Ma il corpo, il movimento, la coreografia possono essere strumento per tradurre il reale, e quindi ecco che ballerini e performer tradurranno in danza alcuni atteggiamenti oggi assai frequenti e legati proprio all’uso esage- rato dei telefonini e dei “social network”. Assecondando l’inven- zione del loro coreografo Riyad Fhgani, sembrano tutti impegnati in un “selfie” dell’epoca contemporanea, popolata da gente che tiene lo sguardo fisso sullo schermo dell’iphone... Lo fa quando è seduta da sola nella metro, ma – e questo è preoccupante – anche mentre cammina, mentre è seduta al caffé in compagnia, magari anche quando sta in un museo o a teatro! Perché abituarsi a ignorare qualcosa di tanto bello e mutevole come il mondo reale? I ballerini di Pockemon Crew rilevano anche l’accelerazione temporale causata dal web, raccontano la nostra ansia di essere sempre reperibili, sempre “on line”. Sul palcoscenico nudo, o aiutati da magiche proiezioni video, propongono al pubblico uno spazio emozionale insolito, adatto al loro stile di danza elastico e coinvolgente, diretto e immediato. Una danza dove ci si mostra, ci si esprime, si duella e ci si rispetta. E fanno appello ai cinque sensi dello spettatore, alla sua preziosa soggettività, fondamen- to dell’unicità della disposizione umana: per ricordare a chi è in platea (speriamo con il cellulare abbandonato nella tasca, per almeno il tempo dello show) che il mondo è popolato da persone, non da macchine controllate da altre macchine.

 

 


Azienda Teatro del Giglio - A.T.G.
Piazza del Giglio, 13/15
55100 - Lucca (LU)
Tel:(+39) 0583.46531
TEATRO DEL GIGLIO
www.teatrodelgiglio.it
Sito ufficiale del Teatro del Giglio ATG
© Teatro del Giglio salvo ove diversamente indicato